lunedì 17 marzo 2014

un paese vuol dire




Oggi a Ospedaletto c'è lo stesso odore di quando dalla casa su al Borghetto, sotto la Fortezza, si scende al forno. Odore di paese fuori luogo.
Ma più probabilmente ad essere fuori luogo in questo posto sono io.
Sono convinto che a rimanere veramente incisi nel significato delle nostre vite e di conseguenza a rappresentare quei tasselli fondamentali che fanno di noi la persona che siamo siano semplicemente dei minimi e apparentemente insignificanti momenti, delle fugaci impressioni e appunto degli odori.
Non il lavoro quotidiano, non le discussioni e le responsabilità o i traguardi da raggiungere
o chissà cosa, ma piuttosto il primo vento caldo di primavera, nel luogo e nel ricordo di dove ci ha per la prima volta sorpreso.

7 commenti:

  1. .....ci ha per la prima volta sorpreso..........insieme alle persone che ci hanno voluto, ci vogliono e ci vorranno sempre bene

    RispondiElimina
  2. ... e nel forno ci sono le focaccine calde col pomodoro e i taralli al finocchio e vino bianco ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..il pane a ciambella e la mantovana

      Elimina
    2. e ora che si avvicina la Pasqua le "stiacciate"

      Elimina
  3. Amata toscanità

    RispondiElimina
  4. boia matteo che poetico che sei

    RispondiElimina
  5. peggio del Pascoli!!!

    RispondiElimina