giovedì 11 marzo 2010

Silvio c'è


è proprio tutta una recita,
di quelle brutte spaventose sfacciate e pure un pò noiose,
di colore vagamente nero

8 commenti:

  1. E' un po' che non passo di qui, e un saluto non mi può mancare.
    Acua è bellissima, bravissimo.

    RispondiElimina
  2. Consigli per la salute, pubblicamarzo 12, 2010

    Vagamente nero...
    VAGAMENTEEEEE?????

    egregio sig. m. so che non è il suo caso ma per chi avesse dubbi sul colore delle italiche vicende si consiglia una visita

    dr. Oculis,
    specialista in daltonia

    RispondiElimina
  3. NERO color fascismo e dittatura
    NERO color petrolio che tanto denaro smuove
    NERO color buio, dove le azioni possono sparire come in una notte senza luna piena
    NERO che snellisce e che rende tutto più legegro quando sotto esplode merda
    NERO come i buchi neri, senza fondo, senza limite

    RispondiElimina
  4. leggendoirritatorispondomarzo 12, 2010

    il mostro reale da combattere e' quello che alberga in false parole sovversivo/buoniste, dove i luoghi comuni la fanno da padrone mentre riempiono la bocca e gonfiano l'ego di chi spara cazzate

    RispondiElimina
  5. le parole, per me, hanno ancora un senso,le scelgo con cura e non per riempire la mia bocca tanto meno il mio ego.

    RispondiElimina
  6. suggerisco di leggere la sostanza - Internazionale, 5/11 marzo 2010, editoriale.
    A vedere un pò di foto, De Mauro non sembra uno particolarmente estremista o pericoloso.. a giudicare dal giornale che fa direi medaglia al valore

    RispondiElimina
  7. uno che sa le cosemarzo 12, 2010

    Noi tireremo diritto!!!!

    RispondiElimina
  8. Ma dove la parola non c'è?
    chi ha parlato prima?
    chi vi ha convinto?
    chi ha potuto?
    chi può ancora?

    E allora potere di parola preteso
    voluto
    rubato
    combattuto.

    R.

    RispondiElimina